Mostra 18 Risultato(i)
Tête-à-tête

Voce Fuori Campo: Giada Meli di Vittoria M. Podo

Nel corso della storia della Chambre 3: Tête-à-Tête abbiamo intervistato diversi artisti, tra i quali anche diversi fotografi. Per ognuno di loro, la linea editoriale è stata quella di non offrire una sterile intervista copia carbone che ripercorresse solamente il loro viaggio attraverso la fotografia dalla nascita della passione fino ai loro più concreti sviluppi, …

Tête-à-tête

Destini Incrociati: Gigliola Castellini Curiel di Vittoria M. Podo

Storie di eredità, bagagli, riecheggi e racconti. Storia di carriere fortemente intrecciate con il territorio. Con Le Grand Mogol amiamo riportare le storie degli intervistati donando luce ai rapporti che legano visceralmente la loro idea imprenditoriale e la terra dalla quale sono nati e nella quale vivono. Oggi Milano: storica, difficile da approcciare: elaborata, non …

Tête-à-tête

C’è Qualcosa Nell’Aria: Gabriele Greco di Vittoria M. Podo

Il dettaglio, la terra, le origini. Un abito non è solo un pezzo di stoffa cucito e modellato per calzare bene su di un corpo. Fra le sue trame si incontrano, incrociano e incastrano l’intenzione dello stilista, l’abilità del sarto, le caratteristiche del tessuto e la pelle del modello che lo indosserà. Un bravo stilista …

Tête-à-tête

Un Sogno per Capriccio: Giorgia Crudo di Vittoria M. Podo

Nell’era della tecnica e della tecnologia, nella quale i giovani d’oggi sono totalmente impantanati fino alle ginocchia, c’è un solo mito che serpeggia fra i post e le stories devi vari social network: il mito dell’autodidatta. Chiunque, avvalendosi di profetici tutorial online, si sente in grado di acquisire nuove skills e di guadagnarsi la nomea …

Tête-à-tête

L’Armadio Dentro di Sé: Massimo Cantini Parrini di Vittoria M. Podo

Non si diventa ciò che si vuol essere da un giorno all’altro. E non lo si fa nemmeno accontentandosi di vivere una vita sola: per una fiorente affermazione del proprio essere, bisogna sviscerare il passato nella consapevolezza di un futuro pieno di riecheggi. Questo non significa appropriarsi dei paradigmi del passato rifiutando qualsiasi innovazione: questa …