I primi raggi sorgono su un mare increspato; dorando le pallide pareti del faro di Capo d’Otranto. Una coppia fa tappa per vedere l’alba. Tra il vento selvaggio e l’aria salmastra; un’alba impregnata ancora di un che di notturno, di mille spasmi, di mille sensazioni, di mille amori.

Lascia un commento