Iris Apfel: Idiosincrasia di Stile di Floriana De Rosa

“Il segreto per avere stile è capire chi sei. E questa è una cosa che richiede anni e anni.”

Imprenditrice, interior design e ancora icona di stile. Icona di stile tutto meno che ordinaria:”Accidental Icon”. Un uccello esotico di rara bellezza che miscela sapientemente il proprio estro personale ad una certa classe da upper class newyorkese d’altri tempi. Spesse lenti rotonde, un tripudio di bracciali e collane di ogni forma e fattura, colori accessi e sgargianti. Scelte forse troppo eccentriche, troppo bizzarre e di carattere per una signora di quell’età, ma non se questa porta il nome di Iris Apfel.

New York, 29 Agosto 1921, da genitori ebrei nasce Iris Barrel. Studia storia, per poi iniziare a collaborare con il Women’s Wear Daily. Sposa Carl Apfel nel 1948 e avvia la sua carriera con l’industria tessile di famiglia. Lavora per anni come interior design arrivando a progettare gli interni della White House per varie amministrazioni. Dopo sessantasette anni di matrimonio, viene a mancare il marito.

Nel 2005 The Costume Institute le ha dedicato una mostra incentrata sui suoi look, intitolata Rara Avis: The Irriverent Iris Apfel, presentata al Metropolitan Museum of Art di New York. Una minuziosa quanto brillante attenzione all’utilizzo di gioielli ed accessori che rendono vivo e cangiante qualsiasi look. D’altronde ella stessa sottolinea l’autentico e mai scontato potere di trasformazione dei gioielli. Inoltre al New York Film Festival del 2014 le è stato dedicato un documentario sulla sua vita, intitolato Iris, frutto del lavoro di Albert Maysles.

Ad oggi continua a frequentare gli eventi del mondo della Moda. Nel primo Febbraio 2019 ha annunciato la sua firma con la nota agenzia di modelle americana IMG Models per la curare la sua immagine e anche per fare da testimonial e modella.

A farla da padrone è: ”More is More”. Un esortazione che risuona quasi come categorica ed imperativa. ”Provate! Lanciatevi! More is more. Che cosa potrebbe succedervi, alla fine, di tanto terribile? Non esiste una polizia della Moda pronta ad arrestarvi!”. Un monito di riflessione che pare quasi ironico, ma che cela un’imperscrutabile verità, pulita, netta e coincisa che sa rendere allo stesso tempo giustizia a un pensiero di notevole impatto. Conoscere se stessi.

Floriana De Rosa

In alto: foto tratta da Global Cosmetic News.

Galleria: foto tratte da Titty Mon Amour, Alpi Fashion Magazine, Elisa Bonandini.

Lascia un commento