Natale 2018: OVUNQUE VI SIA SOFFERENZA È LA CHE VOGLIO ESSERE, PER FARE QUELLO CHE POSSO

‘’ Ovunque vi sia sofferenza è la che voglio essere, per fare quello che posso.’’

L’aiutare il prossimo, il regalare senza pretendere, donare amore. In queste poche parole, vi è racchiusa la vera essenza dello spirito natalizio, andando oltre lo sfarzo delle tavole o la magnificenza degli addobbi; e riportandoci al calore di un semplice abbraccio e alla gioia di un sorriso inaspettato. Dalle parole di Diana Principessa di Galles, madrina e volto del progetto, traiamo ispirazione ogni anno, durante il periodo natalizio, per realizzare una piccola donazione da regalare a delle realtà che si occupano di beneficenza e aiuti umanitari.

Tra gli ulivi dalle foglie argentate e la terra rossa di Felline,borgo rurale, frazione di Alliste, nel Salento; vive la Comunità “CRISALIDE”, che quest’anno è stata la beneficiaria del nostro progetto. La Comunità è nata il 5 luglio 2010, divenendo la realizzazione del sogno di Jari Zizza, scomparso prematuramente il 29 dicembre 2012 a soli 36 anni. I suoi scopi erano l’aiuto dei più deboli e degli emarginati, garantire i diritti quotidiani e il sostegno nelle difficoltà a chi ne ha più bisogno. Erano e rimangono gli scopi della Comunità, sostenuta attualmente dalla tenacia e dal lavoro di Venusia Zizza, sorella di Jari, insieme al personale della Comunità.

Una volta si accoglievano immigrati, ora i giovani più sfortunati, ma qualsiasi sia l’utenza il messaggio non cambia. La voglia di cambiamento, l’amore, i valori della famiglia, rimangono i punti fissi e vengono portati avanti ogni giorno grazie all’equilibrio, al coraggio e alla forza di una donna straordinaria qual è Venusia.

E sono proprio queste realtà che ci fanno toccare la durezza del mondo con mano, facendoci aprire gli occhi e prendere coscienza. Queste storie di battaglie quotidiane devono ispirarci e farci riflettere ogni giorno sul vero significato della vita. Per uscire da mondi dorati e conoscere la vera bellezza, che si trova nelle persone e nei luoghi più inaspettati.

Luca Caputo

In alto: foto tratta da Instagram

Galleria: foto tratte da Facebook

Lascia un commento