«Voglio esprimere tutto il mio apprezzamento al mio straordinario team e a tutti coloro che hanno sostenuto me e il brand. Devo loro molta gratitudine per il costante sostegno e la dedizione alla Società. Sono grato alla squadra che ha prestato il suo incomparabile talento e impegno lungo tutto il cammino. Rimango incredibilmente orgoglioso di ciò che abbiamo creato, e sono fiducioso nel futuro.

Love ZP»

ZP. Una z ed un p. Lettere di una grafia secca, tagliente, ma raffinata e grandiosa; così come lo erano le sue creazioni, semplici ma barocche, scultoree ma sottili. Semplicemente Zac Posen. Dopo diciotto anni di successi, in cui le sue opere haute couture hanno ammaliato i red carpet più ambiti del mondo; il brand decide di calare il sipario e di spegnere i fari. Si mette un punto, con le parole sopracitate, alla storia di una maison tra le più rappresentative della Moda americana.

Questa è la storia di un giovane newyorkese di origine boema, con folti ricci scuri e dallo sguardo sorridente, che sostenuto dalla sua famiglia nel 2001 ha creato una casa di Moda per vestire le donne più belle del mondo: da Uma Thurman a Michelle Obama fino a Gwyneth Paltrow, Naomi Watts e Rihanna. Sono state in tante, ad essere, agli eventi più esclusivi, il simbolo vivente della sua arte; avvolte nelle sue riconoscibilissime creazioni da sogno. Noto al grande pubblico anche per le sua partecipazione televisiva come giudice del reality Project Runway, Zac Posen rimane uno degli stilisti americani di maggior spessore, vantando numerosi premi nella sua fulminante carriera.

Ma si è giunti ad un punto senza uscita. Già la scorsa primavera era stato reso noto che la società di investimento di Ron Berkle – che detiene la quota di maggioranza del marchio – stava cercando di vendere. Dopo mesi di discussioni ed indugi, Venerdì 1 Novembre 2019 si è deciso di chiudere i battenti, prevedendo il licenziamento dell’intero staff, composto da 60 persone.

Purtroppo sono tempi bui, il tempo per Zac Posen stava scadendo. Ma ricordiamoci che è la bellezza che salverà il mondo; e sicuramente Zac avrà ancora spazio per continuare a scrivere la sua storia, per continuare a far brillare un mondo che di luce ne ha bisogno.

Luca Caputo

In alto: foto tratta da Haute couture per tutti – Altervista.

Galleria: foto tratte da Deux Magazine, Marieclaire. com, Mam-E.

Lascia un commento