London Fashion Week Men’s Spring / Summer 2020 di Luca Caputo

C’è chi ascolta musica in un angolo, chi dorme dopo una notte da leoni. Parte la musica, gli stylist iniziano ad urlare, l’aria si contamina di pigmenti di trucco, parruchieri che non riescono a stare la passo. La sinfonia di un caos orchestrato. Ragazzi asiatici, di colore o scandinavi. Gli statuari corpi nudi si rivestono d’arte. Lo show può avere inizio. London Fashion Week Men’s è la settimana della Moda maschile che dall’8 al 10 Giugno 2019 ha scosso come di consueto la capitale britannica. Sulle passerelle le nuove collezioni Primavera / Estate delle maison storiche e dei marchi emergenti, ammirate e giudicate dall’élite internazionale.

James Long per Iceberg ha soddisfatto la forte sete dei giovani. Tra urla di approvazione sfila la sua collezione ispirata ai rave party. Colori fluo su maglieria e denim; Looney Tunes che fanno capolino sui look, insieme alle illustrazioni Pop art di Peter Black.

La raffinatezza da spettacolo da Alexander Mcqueen. Chic come non mai, la collezione di Sarah Burton trae spirazione dalla sofisticata arte giapponese. Fiori calligrafici su giacche e completi, tessuti jacquard creati appositamente che confluiscono in una sartoria innovativa. Maniche e colletti da smoking ornati con fiori metallici.

Il brand coreano Munn debutta per la prima volta alla London Fashion Week Men’s, occasione per la quale lo stilista Hyun-min Han ha fatto incontrare lo street con la couture. Tra bomber piombati con romantiche fioriture di chiffon e increspature metalliche che danno vita a giacche a vento.

In un onirico mercato notturno di Hong Kong, ricreato per l’occasione, sfila l’uomo Oliver Spencer. Una collezione ispirata dal film di Wong Kar-wai: In the Mood for Love; ambientato nella metropoli asiatica che viene raccontata tramite tessuti decostruiti e colori inusuali: dal verde mele all’arancio bruciato.

Londra con le sue fashion weeks si colloca sempre su un ponte. Un ponte tra passato e il futuro. Incontro che dà vita ad esperienze sempre tra le più stimolanti ed intriganti.

Luca Caputo

In alto: foto tratta da theguardian.com.

Galleria: foto tratte da theguardian.com

Lascia un commento