I’m whit Her: Michelle Obama di Luca Caputo

Si sa, il ruolo di First Lady viene interpretato da ognuna secondo le proprie attitudini. Chi moglie devota e grande signora di casa, chi donna indipendente e in carriera; nelle sale della White House, quarantacinque donne, una diversa dall’altra, hanno ricoperto questo ruolo con carattere e stile, seguendo i propri gusti e le proprie passioni.

Ma una di loro ha rotto gli schemi. Ha spazzato via gli stereotipi, conquistando la gente con la sua affabilità, con il suo caloroso sorriso, con il suo charme unico, che sembrava abbracciare tutti solo con lo sguardo. Una donna equilibrata e capace, che ha non sconvolto, ma rimodernato il suo ruolo; riuscendo a diventare un’icona. Michelle Obama, moglie del Presidente Barack Obama, nonché prima First Lady afroamericana, è l’incarnazione del sogno di rivincita di tutte quelle bambine, che nel corso della storia, si sono sentite dire :‘’ non puoi essere una principessa, non sei bianca.’’ Lei con i suoi abiti Haute Couture, il suo stile deciso di donna che conosce il proprio corpo e il suo forte impegno sociale è diventata modello per le donne di tutto il mondo. Dalle modeste cucine di periferia di New York, passando per gli uffici di Hong Kong, e finendo alle corti europee.

Nel suo nuovo libro “Becoming” racconta la sua storia, dall’infanzia agli esordi come avvocato a Chicago, l’incontro per nulla in programma con Barack, gli inizi della vita coniugale, la fecondazione artificiale delle figlie, la rapida ascesa politica del marito, la campagna elettorale sino ai decisivi otto anni di presidenza. Tra cene di stato, abiti da sogno, discorsi infuocati pronunciati direttamente dal cuore, con savoir-faire giuridico e intelligenza, e sane campagne sociali. Uno sguardo intimo nella vita di una donna unica che lotta ogni giorno per vivere con autenticità; che ci ha dimostrato ancora oggi, sorridendo sulla candida copertina della sua biografia, la moderna realizzazione del sogno americano al femminile.

Infine durante l’ultima presentazione del suo libro a Washington D.C., il marito Barack è arrivato sul palco con un mazzo di fiori, stupendo tutti i presenti, moglie compresa.
“Sembra, sapete quando arriva Jay-Z al concerto di Beyoncé durante ‘Crazy in Love’? Ecco così.”, ha detto divertito Obama. Non c’è altro da aggiungere. Così solo loro.

Luca Caputo

In alto: foto tratta da Il Libraio.

Galleria: foto tratta da Vogue.com, Today Show, The Source.

Lascia un commento