Cortina Fashion Weekend 2018 di Luca Caputo

Le luci delle “Farfalle danzanti” e quelle natalizie sono accese su Corso Italia, esclusiva passeggiata dalle ampie vetrine in cui spiccano raffinati capi Haute Fourrure. Pranzi in terrazza al Caminetto, tra champagne e selvaggine, serate di gala all’ Hotel Cristallo. La regina si pone sul capo la propria corona.

Da Giovedì 6 a Domenica 9 Dicembre, con il Cortina Fashion Weekend, la valle dell’Anpezo ha brillato ancora una volta tra le cime delle Dolomiti. Tanti ospiti, da Jeremy Scott e Veronica Ferraro a Valentina Ferragni e tanti eventi: tra vernissage, anteprime e cocktail party. Si chiacchiera curiosi in Cooperativa, dove si fa l’ultima spesa; acquisti lussuosi dalle boutique, e la magia che si respira tra i vicoli, dai grandi alberghi alle botteghe fino agli chalet, passando sulle tavole imbandite per cena dalle padrone di casa in abiti tipici ampezzani. Ci si aspettava quasi di vedere Marta Marzotto impellicciata uscire dalla casa di un’amica sul Corso e dirigersi al Posta per un aperitivo con un’altra. O di vedere macchine cariche di fotografi diretti a sbirciare cosa stesse facendo Brigitte Bardot lassù al Miramonti. Quasi un ritorno ad altri tempi, quest’ultima edizione, che continua con il tema dell’eco-sostenibilità.

Dopo il taglio del nastro rosso, si inizia con “Presente perfetto. Un racconto metropolitano di German Larkin” un’esposizione dedicata al design e ai panorami metropolitani. A quota 2123 metri, sulla cima del Faloria nasce il Villaggio Sport, i più innovativi brand del settore sci e snowboard che offrono, in collaborazione con le scuole sci di Cortina, prove gratuite delle nuove attrezzature per l’appena inaugurata stagione invernale. A seguire dj-set a bordo dell’Audi Snowlicious by Prinoth.
Da Franz Kraler, catena di boutique di lusso da Dobbiaco a Cortina, assistiamo all’importante restyling dell’esclusivo department store di Corso Italia 119 e l’inserimento dei nuovi corner di Gucci, Saint Laurent, Burberry e Loewe, oltre alle installazioni di Brunello Cucinelli, Loro Piana, Tod’s Factory by Alessandro Dell’Acqua e Salvatore Ferragamo. Guidati dalla raffinata padrona di casa Daniela, scopriamo le esclusive creazioni calzaturiere delle più importanti Maison solo per Franz Kraler: da Hogan, a Jimmy Choo fino a Roger Vivier. Fuori in “Piazzetta Kraler” si può ammirare la scultura di Alessandro Galanti ”Madre Natura”: una figura di donna con le mani giunte verso il cielo in metallo placcato oro montata su un ceppo di abete rosso sradicato durante l’ultima alluvione nel bellunese. Inno alla vita e al rispetto della natura. Tra le sinfonie della prima live performance dei Symphoniacs e flûte di Champaghe Perrier-Jouët. L’Insalata Bionda, Chiara Ferragni Collection inaugura, in collaborazione con la famiglia Guerresco, un temporary store in Corso Italia 143. Due vetrine e un concept di fusione tra gli elementi che contraddistinguono il marchio e lo stile ampezzano. Matrimonio da non perdere quello tra Stewart e Campomarzio70, celebrato in un evento apposito durante il quale l’azienda fiorentina abbina le sue creazioni di maroquinerie alle fragranze d’autore di Campomarzio70 , presentando anche due capi della collezione Autumn / Winter con delle fragranze scelte della collezione Cuirs Nomades di MEMO Paris.

Cortina d’Ampezzo, la Regina delle Dolomiti, seduta sul suo trono, che guarda lontano, in vista dei Campionati Invernali 2021 e della candidatura alle Olimpiadi Milano / Cortina 2026, è sempre più pronta a risplendere nuovamente; incantevole come non mai, lì incastonata tra le cime delle sue montagne.

Luca Caputo

In alto: foto tratta da tenutamomon.it.

Galleria: foto tratte da hotelambracortina.it, lipictx.pw, d.repubblica.it, Imgrum.

Lascia un commento