Bellezza da Indossare: Addio a Elsa Peretti di Luca Caputo

Mezze lune di madreperla issate su catenine d’argento, stelle di diamanti avvolte in spirali d’oro. Le mani si muovono con grazia e decisione tra materiali, strumenti e disegni, sparsi sul tavolo attorno alle creazioni, alla ricerca dell’accostamento perfetto. La donna in questione non è semplicemente una designer di gioielli, ma è la donna che ha consacrato l’argento come prodotto di lusso e che, con le sue linee pulite e raffinate ha dato forma alla quint’essenza della raffinatezza nell’Haute Joaillerie. Ritratta in veste di coniglietta da Helmut Newton e musa di Salvador Dalì, Elsa Peretti è il più grande esempio di un’artista che ha fatto della propria persona, della propria vita e del proprio lavoro, un’opera d’arte.

Scomparsa il 18 Marzo 2021 a ottant’anni a Sant Mart Vell, in Catalogna (Spagna) dove viveva da tempo; Elsa Peretti ha rivoluzionato il mondo dei gioielli. Le sue collezioni per Tiffany & Co, dal 1974 con ”Diamonds by The Yard”  hanno fatto storia. Eleganti ed essenziali ispirate alla natura (che proteggeva sostenendo le attività della sua fondazione) e sofisticate espressioni di un design moderno e contemporaneo, le creazioni di Elsa Peretti sono esposte nel più celebri musei del mondo.

Una vita dal sapore avventuroso, vissuta, tra le origini italiane, il successo a New York e gli ultimi anni in Spagna. Una vita vissuta nel tentativo di dare una forma e un nome alla bellezza. Una bellezza da indossare.

Luca Caputo

In alto: foto tratta da Conde Nast Store.

Galleria: foto tratte da Conde Nast Store, Pixels.

Lascia un commento