New Frontiers of Beauty di Vittoria M. Podo

Pelle iridescente e perfezione bidimensionale sono le richieste che le adolescenti e non-più-tali avanzano ai brand di make up odierni: non è più l’elegante e raffinato buon senso a dettare i dogmi di bellezza e semplicità, ma i filtri dei social che azzerano ogni timore di perdere, a causa di un’improvvisa irritazione cutanea, qualche follower.

I fulgidi e brillanti esempi di naturalezza e limpidezza d’incarnato farebbero meglio ad abbassare la testa di fronte ai diktat di talune beauty bloggers per nulla disposte a barattare uno strato in più di fondotinta con un risultato meno posticcio e più genuinamente corrispondente al proprio incarnato naturale. Folte schiere di ragazzine costruiscono la propria filosofia di armonia in campo di make up non più ricercando la proporzione ottimale fra i vari toni e colorazioni, ma tentando di ottenere la perfetta angolazione per il proprio eye-liner.

Ma è questa la beauty tendence del momento, e noi siamo lieti di assistere a sorprendenti contouring, ciglia finte dalla lunghezza innaturalmente vertiginosa e madreperlacee scie di highlighter.

Vittoria M. Podo

In alto: foto di Henrik Purienne, tratta da www.insgain.com.

Galleria: Henrik Purienne per Vogue Paris Maggio 2018.

 

Lascia un commento