Le Roi des Coiffures: Alexandre de Paris di Vittoria M. Podo

“Mai scontentare una donna”. Niente di più vero: e il Salvador Dalì per parrucco ha fatto talmente proprio tale motto da esserne servito per diventare il sogno erotico delle più celebri chiome tra gli anni ’50 e gli anni ’80.

Stiamo parlando di Alexandre De Paris, pietra miliare dell’haute coiffure, i quali estrosi polpastrelli hanno avuto l’onore di accontentare i vezzi di donne dalla caratura di Maria Callas, Grace Kelly, Greta Garbo, Audrey Hepburn, Sophia Loren… e della stunning Elizabeth Taylor in “Cleopatra”, quale memorabile taglio “a carciofo” è rimasto saldamente impresso nella storia dell’iconografia cinematografica di tutti i tempi. Ma il suddetto non ebbe solamente clienti nell’Hollywood business: la sua influenza si fece talmente capillare da essere stato interpellato persino da Jackie Kennedy, alla quale impreziosì lo chignon con dei diamanti in occasione della storica visita in Francia dei coniugi Kennedy, nel 1961.

Tra gli inestimabili originali della “sfinge dell’acconciatura”, conservati al “Museo della Storia dell’Acconciatura” a Barcellona, certamente degno di nota è un diadema che De Paris realizzò per Grace Kelly interamente con capelli naturali, tramite finissime trecce intarsiate da scintille di strass. A Parigi sono due i saloni eretti in sua memoria, tra le quali mura sembra ancora riecheggiare il desiderio unico del De Paris, quello di far sentire ogni donna “la reine dans mon fauteuil”.

Vittoria M. Podo

In alto: Alexandre de Paris con Elizabeth Taylor, tratta da Pinterest.

Galleria: foto tratte da www.alexandredeparis-coiffure.com, www.moma.org.

Lascia un commento